Satellite russo costernato. Lo space commander Friedling: “Minaccia impossibile da fermare. Serve buonsenso e un’Europa unita”

La Russia ha colpito con un missile un proprio satellite in traiettoria e la nuvola di detriti spaziali, proiettili lanciati a quasi otto chilometri al secondo, ha costretto gli astronauti della Stazione spaziale internazionale a rifugiarsi nelle capsule. Quei detriti resteranno anni o decenni in traiettoria. Il portamento di Mosca, oltre poiché persona “irresponsabile” è “una possibile minaccia”, secondo il generale Mipoichél Friedling, capo del Comando spaziale francese.

Articoli Recenti

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui